Test Sierologico - #iomitesto -

TEST SIEROLOGICO

COS'È E COME FUNZIONA

Il test sierologico o anticorpale ricerca gli anticorpi (anche detti immunoglobuline), cioè le armi di difesa prodotte dal sistema immunitario contro il virus. La presenza di anticorpi indica se abbiamo avuto il Covid e quando, anche se non ci sono stati sintomi. Se invece abbiamo già fatto il vaccino ci dice se ha sortito il suo effetto sul nostro sistema immunitario.

Il test - che prevede l'analisi del sangue con un prelievo – cerca in particolare le immunoglobuline IgG e IgM che danno due informazioni diverse.

Le IgM sono le prime a essere prodotte e in genere se ne trovano tracce già dopo 4-5 giorni dalla comparsa dei sintomi. Le IgM tendono a scomparire dopo qualche settimana e indicano quindi se è in corso un’infezione da SARS-CoV-2 o se se c'è stata un'infezione recente.

Le IgG invece si formano generalmente due o tre settimane dopo il contatto con il virus (ma possono comparire anche prima) e le loro tracce si possono trovare anche dopo qualche mese. Indicano quindi se c'è stata infezione nel passato.

Le IgG sono anche gli anticorpi associati con la memoria del sistema immunitario e vengono messe in campo quando il virus si ripresenta, assicurando quindi un'immunità duratura. Al momento non si sa esattamente per quanto tempo siamo protetti dal virus: a oggi (maggio 2021) è documentata una durata delle IgG di otto mesi.

I test sierologici possono essere quantitativi o qualitativi.
Il test quantitativo fornisce indicazioni su quanti anticorpi abbiamo in circolo in un dato momento e sulla nostra probabile protezione dal virus.

Il test qualitativo rileva invece esclusivamente la presenza o l'assenza di anticorpi IgG e IgM, senza dare indicazione sulla quantità di anticorpi presenti.

I test sierologici hanno un tasso di affidabilità molto vicino al 100%.

A COSA SERVE

Il test sierologico, o test anticorpale, ricerca gli anticorpi, cioè le armi di difesa contro il virus prodotte dal sistema immunitario in risposta al vaccino o alla malattia Covid-19, con o senza sintomi.

Grazie a questi test è quindi possibile sapere se abbiamo avuto il Covid, anche senza saperlo, e se l’infezione è recente o risale a mesi addietro.

Attraverso l’analisi del tipo di anticorpi e della loro quantità è possibile conoscere l’efficacia del vaccino sul nostro organismo, cioè se e quanto ha stimolato il sistema immunitario. Ogni persona infatti sviluppa anticorpi in tempi diversi e quantità variabili.
Inoltre si può controllare nel tempo la permanenza degli anticorpi per conoscere la probabile durata della protezione dal virus.

QUANDO SI FA

Prima del vaccino il test sierologico si può fare in qualsiasi momento per verificare se abbiamo avuto il Covid e per sapere in che misura abbiamo sviluppato gli anticorpi.

Dopo il vaccino il test è utile per verificare la risposta del sistema immunitario (va fatto almeno 10 giorni dopo la seconda dose) e per misurare la quantità di anticorpi sviluppati.
Una piccola percentuale di persone infatti non risponde al vaccino e in ogni caso ciascuno sviluppa una quantità diversa di anticorpi.

Nei mesi successivi al vaccino si può verificare la permanenza di anticorpi in circolo e quindi il livello della probabile protezione dal virus.

Non dimentichiamo che è sempre importante consultare il proprio medico il quale, conoscendoci, saprà fare una diagnosi accurata e indicare se fare il test e quale. Ci sono infatti alcuni sintomi, come quelli dell’influenza, che possono essere confusi con quelli del Covid.

DOVE SI FA

Il test sierologico – che prevede un prelievo di sangue – viene eseguito su richiesta del medico nelle strutture pubbliche o convenzionate, oppure privatamente in vari laboratori analisi, senza richiesta del medico ma portando con sé la tessera sanitaria e il codice fiscale.

Il test sierologico ha un costo contenuto e inferiore a quello di altri test.
Scopri qual è il laboratorio più vicino a casa tua.

NOTE

L’attendibilità del test sierologico è determinata dalla percentuale di sensibilità e specificità.
Sensibilità è la capacità di individuare correttamente le persone che sono entrate in contatto con il virus, limitando i falsi negativi. Specificità è la capacità di individuare correttamente le persone che non hanno incontrato il virus, limitando quindi i falsi positivi.
I test approvati dalla comunità scientifica attualmente in uso sono tutti molto vicini al 100% per entrambe le misure.

Ogni Regione ha norme diverse riguardo ai test Covid-19. In questa pagina puoi trovare i link alle indicazioni di ogni Regione e Provincia Autonoma italiana.

 

Con il sostegno di

 
 

Con l'adesione di